HACK-cessibility Days

In occasione del Global Accessibility Awareness Day (GAAD), il 19 e 20 maggio abbiamo organizzato una manifestazione di sensibilizzazione sull’Accessibilità e sulle Disabilità Visive rivolta a sviluppatori software, designer, makers e affini.

HACK-cessibility Days

Parliamo di manifestazione perché ci saranno diverse iniziative:

– sessioni e laboratori con cui imparare la teoria e fare un po’ di pratica, con il supporto di esperti nelle varie tecnologie e con la possibilità di confrontarci con utenti disabili, per capire se ciò che stiamo realizzando sia effettivamente accessibile.
Parleremo ad esempio di ux e design, sviluppo (web, mobile, desktop), IoT e realizzazione di dispositivi per migliorare la qualità della vita delle persone con delle disabilità.

– esperienze “sensoriali” per comprendere meglio, in prima persona, cosa significhi vivere con delle disabilità: tra queste, ci saranno ad esempio una “cena al buio” e delle visite guidate ad un “Museo Tattile”.
Queste esperienze sono molto importanti, perché è inutile parlare di sviluppo di soluzioni accessibili (siano essere software o dispositivi elettronici), se non si cerca di capire meglio in che modo un utente disabile si rapporta con il “mondo esterno”.

– CoderDojo: dato che i piccoli di oggi saranno gli “hacker” di domani, abbiamo organizzato delle iniziative apposite per trasmettergli, oltre la passione per la tecnologia, anche l’importanza di temi come l’accessibilità!

La manifestazione si svolgerà ad Ancona il 19 e 20 maggio (venerdì e sabato).

E’ stata organizzata in collaborazione con la sezione di Ancona dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), per questo motivo alcune delle iniziative saranno maggiormente incentrate sul tema delle disabilità visive, mentre altre tratteranno l’aspetto della disabilità in generale.

Maggiori informazioni, nonchè le modalità di iscrizione (gratuita) all’evento, sono disponibili su http://hackcessibilitydays.it/

Cross with Me

Sto presentando al bando EdisonStart il progetto al link di seguito per conto di un’associazione che mi permetterebbe di portarlo avanti con l’università.

È il proseguimento del progetto per il riconoscimento delle strisce pedonali mediante smartphone.

Passano la prima fase i progetti che ricevono più voti. Poi segue una valutazione tecnica.

Vogliamo realizzare un servizio innovativo per guidare le persone non vedenti e ipovedenti nell’attraversare le strisce pedonali che, non essendo percepibili tramite bastone bianco, non possono essere individuate. Il servizio per smartphone sarà in grado di riconoscere le strisce pedonali attraverso la telecamera senza modifiche all’ambiente circostante. Sarà anche in grado di guidare l’utente nell’attraversamento permettendogli di condividere informazioni (lavori in corso, strisce rovinate).

Se puoi voteresti il progetto e diffonderesti per farlo votare?

http://www.edisonstart.it/idee/cross-me